Università del Salento

Collegamenti ai contenuti della pagina:
unisalento-theme-il-contenuto-pagina
Il menu di navigazione
Motore di ricerca
Area Riservata
Accessibilità






unisalento-theme-contenuto-della-pagina [Inizio pagina]

 

CdL in Manager del Turismo - L15

[attivo dall'A.A. 2017/18]

Obiettivi del Corso di Laurea:
Il Corso in Manager del Turismo intende rispondere ai fabbisogni formativi emergenti nel settore turistico in relazione alle attuali dinamiche ed esigenze di sviluppo e competitività, come peraltro evidenziato dai principali stakeholder del partenariato economico-sociale di immediato riferimento pugliese. Proprio la Puglia, in considerazione delle recenti e positive dinamiche di sviluppo turistico territoriale, anche in controtendenza rispetto a quelle nazionali, rappresenta un laboratorio di rilevante importanza sia per raccogliere le istanze formative emergenti sia per sperimentare nuovi percorsi formativi e figure professionali coinvolgendo gli studenti in attività di learning by doing con la collaborazione in chiave transdisciplinare di imprese e professionisti. 

La figura del Manager del turismo si propone di colmare le esigenze di professionalità di medio-alto livello che attualmente, e in previsione, il mercato turistico esprime in relazione alle competenze legate alla gestione delle destinazioni e delle esperienze da far vivere al turista, oltre che della massimizzazione dell'impatto della spesa turistica sulle altre filiere produttive delle economie locali. 

 

 

Profilo professionale e sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati 


Esperto in organizzazione e gestione della filiera turistica 

Funzione in un contesto di lavoroOrganizzazione e supporto alla gestione di imprese e reti di imprese impegnate lungo la filiera intersettoriale che fornisce beni e servizi utilizzati dall'offerta turistica; individuazione degli obiettivi di rete connessi allemersione di prodotti turistici competitivi e sostenibili. 

Competenze associate alla funzioneSaper formulare strategie di valorizzazione delle risorse territoriali attraverso la crescita dellattrattività turistica, con particolare riferimento alle risorse naturali, archeologiche, culturali tipiche di ogni territorio; saper supportare la gestione dimpresa; saper condurre analisi del contesto competitivo, raccolta e analisi di dati statistici sui flussi turistici; saper definire e attuare strategie di marketing e comunicazione al servizio dellofferta; saper impiegare tecniche partecipative nella progettazione; saper impiegare idonei modelli organizzativi e di governance per la gestione integrata dei beni culturali e ambientali in chiave turistica; saper verificare la conformità a standard di qualità. 

Sbocchi occupazionali: Tecnico dell'offerta turistica in imprese e reti di imprese operanti nel settore del turismo e della valorizzazione della cultura; Dirigente nel settore pubblico, a supporto di amministrazioni locali e di soggetti pubblici preposti al management delle destinazioni turistiche. 


Organizzatore/Agente di servizi turistici incoming e di eventi 
Funzione in un contesto di lavoro: Organizzazione e supporto alla progettazione, al coordinamento, alla valutazione, alla comunicazione e alla promozione del prodotto in imprese impegnate nell'offerta di servizi turistici ed eventi. 

Competenze associate alla funzione: Saper organizzare eventi di promozione e sviluppo del turismo; saper rilevare, elaborare, interpretare dati e, in generale informazioni, pertinenti l'analisi sociale e geo-economica del fenomeno turistico; saper definire ed attuare strategie di marketing e comunicazione al servizio dell'offerta, anche attraverso lo sviluppo e la valorizzazione di specifiche competenze informatiche e narrative (social media marketing, storytelling); saper valorizzare le risorse territoriali attraverso la progettazione di percorsi di fruizione turistica. 

Sbocchi occupazionali: Settore privato: consulente turistico nelle imprese specializzate nell'offerta di servizi turistici (accoglienza/ospitalità, servizi complementari, intermediazione turistica, mobilità) e culturali (musei e reti museali; eventi).
Settore pubblico: consulente turistico alle attività di promozione di itinerari, di eventi e di destinazioni turistiche (accoglienza/ospitazione, servizi complementari, mobilità) e culturali (musei e reti museali; eventi).


Animatore del turismo culturale ed esperto in turismo esperienziale 
Funzione in un contesto di lavoroEsperto nella narrazione del territorio nei suoi vari aspetti, con particolare attenzione al turismo esperienziale, in grado di rappresentare e trasmettere le specificità sociali, antropologiche e culturali del territorio. 

Competenze associate alla funzioneCapacità di riconoscere le risorse naturali, archeologiche, culturali materiali ed immateriali tipiche del territorio (specificità ambientali, produzioni artistiche e artigianali, tipicità enogastronomiche, tradizioni); capacità di comunicare attraverso specifiche competenze informatiche e narrative (social media marketing, storytelling); capacità di fare da tramite tra i turisti e la direzione delle strutture turistiche; saper fornire risposte adeguate ai bisogni dei turisti. 

Sbocchi occupazionaliAnimatore turistico-culturale e naturalista, orientatore turistico per enti, imprese e agenzie.

 

Il corso prepara alla professione di - (codifica ISTAT):

1. Tecnici delle attività ricettive e professioni assimilate - (3.4.1.1.0)

2. Organizzatori di fiere, esposizioni ed eventi culturali - (3.4.1.2.1) 

3. Organizzatori di convegni e ricevimenti - (3.4.1.2.2)
4. Animatori turistici e professioni assimilate - (3.4.1.3.0) 

5. Agenti di viaggio - (3.4.1.4.0)


Data ultimo aggiornamento: 30.11.2017